Duro intervento del capogruppo leghista Riccardo Molinari nel corso delle dichiarazioni per il voto di fiducia al governo Conte 2. Il leghista ha attaccato sia i partiti della nuova maggioranza, Pd e 5 Stelle, che lo stesso Conte: “Il Pd non mi sorprende, i 5 stelle sono diventati i guardiani della stabilità. E lei, Conte, ora viene dipinto come uno statista, prima era preso in giro come quello ‘capitato per caso’. Poi ha abbassato la testa alla Merkel ed è diventato il padre della provvidenza. Come Mario Monti”. Parole che hanno scatenato brusii dai banchi dei 5 Stelle. Ma non solo. Al termine dell’intervento è stata la renziana Alessia Morani (Pd) a sbeffeggiare il Carroccio, con tanto di cartello: “Tornate al Papeete”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, D’Uva (M5s) sbeffeggia la Lega: “Crisi? Dovrete spiegare per quale mojito… motivo l’avete fatto”

next
Articolo Successivo

Sondaggi, altra flessione della Lega: è al 33,4%. Il Pd sale al 22,1%, il M5s torna un punto sotto

next