Tanto peggio tanto meglio!

Ma chissenefrega se Salvini, in poco più di un anno è riuscito a verticalizzare l’odio nazionale. Ma che importa se omosessuali, negri e zingari subiscono sempre più gesti di intolleranza, odio e a volte violenza.

Ma chi se ne importa se chi fugge della Libia viene rimandato indietro nei campi di concentramento e tortura.

A Salvini stare al governo e avere il massimo di attenzione di tutti i telegiornali fa bene, lo rimpinza di voti. Ed è chiaro che se si va ad elezioni rischiamo di avere per i prossimi 5 anni, di nuovo, la destra becera al potere. Verranno cancellate tutte le leggi contro corrotti e truffatori, ritorneremo alla depenalizzazione del falso in bilancio, briglie sciolte a evasori fiscali e un altro giro di impoverimento dell’Italia. Quel che è capace di realizzare questa gente lo abbiamo visto per 20 anni. Quando Berlusconi ha lasciato il suo ultimo governo ancora stava dicendo che i ristoranti erano pieni. Poi abbiamo patito gli anni della crisi nera. E la povertà è aumentata facendo precipitare nella miseria milioni di italiani.

Adesso credo che sia indiscutibile che l’unica opportunità per bloccare questa svolta a destra sia un accordo di governo tra Pd e M5S.

Ho implorato per questa scelta già ai tempi di Bersani. E poi ancora mi sono inginocchiato in diretta tv prima dell’alleanza tra Di Maio e la Lega. E so che probabilità in questa direzione sono magrissime. Perché appena si parla di una possibile mediazione ecco che da entrambi gli schieramenti si levano strali di rabbia: “Noi non ci metteremo mai con quei farabutti!!!!!!!!!!!!!!!!”.

Cari amici, cari compagni, avete perso il senso della realtà. Se per voi tra Salvini e il M5S o il Pd, non c’è differenza siete vittime di un’ossessione cattivista.

Siete persi nel sogno che il Pd o il M5S possano non solo ridiventare il gruppo più votato ma addirittura prendere la maggioranza dei voti e governare con un monocolore, senza alleati.

Ma non lo vedete che gli italiani sono spaccati, confusi, ondivaghi?

Ma continuate pure a cullarvi nella vostra incazzatura, rinunciate a cercare soluzioni, mangiatevi i pop corn mentre dal monitor del vostro device guardate l’Italia Salviniana che affonda.

E certamente un giorno potrai dire: “Avevo capito tutto! Avete visto com’è finita nella merda l’Italia?!?” E forse non ti renderai conto che anche tu hai una fettina di merito nella realizzazione del nuovo sfacelo leghista. Non gliel’hai data vinta a quelli lì! Bene!

E tutti gli italiani e gli stranieri che annegheranno nel mare di balle di Salvini te ne saranno grati. E non mi riferisco a annegamenti simbolici. Lo sai, lo hai già visto: la destra al governo non fa prigionieri.

PS. Se anche tu pensi che un governo Pd/M5S sia necessario, per favore, datti da fare. Telefona alla tua zia Pd, bombarda di mail i compagni di scuola stellati, ricatta sessualmente il segretario della sezione, circuisci il portavoce comunale… Inventati qualche cosa. Ci sono solo pochi giorni. Forse pochissimi. Che fai? Ti mangi i pop corn pure tu?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, le tensioni fra Renzi e Zingaretti e la guerra dei retroscena per intestarsi la soluzione della crisi. E riprendersi il Pd

prev
Articolo Successivo

M5s, Di Maio incontra i parlamentari in assemblea per tre ore: “Salvini ha fatto un disastro. Aprire al Pd? Dobbiamo affidarci a Mattarella”

next