Calo maggiore del previsto per la produzione industriale in Germania. A giugno l’indice destagionalizzato sulla produzione industriale della maggiore economia dell’Eurozona ha segnato una flessione dell’1,5 per cento rispetto al mese precedente e del 5,2 per cento su base annua. Lo indicano i dati provvisori dell’Ufficio federale di statistica (Destatis). Gli analisti si aspettavano un ribasso mensile dello 0,5 per cento e annuo del 3,1.

A maggio 2019, il dato corretto mostra un aumento della produzione dell’industria dello 0,1% rispetto ad aprile 2019 e del -4,4 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. A giugno 2019, la produzione nell’industria, esclusa l’energia e l’edilizia, ha registrato un calo dell’1,8%. All’interno dell’industria, la produzione di beni intermedi è diminuita del 2,0% e la produzione di beni strumentali del 1,8%. La produzione di beni di consumo ha registrato un calo dell’1,4%. Al di fuori dell’industria, la produzione di energia è diminuita dell’1,6% a giugno 2019 e la produzione nel settore delle costruzioni è aumentata dello 0,3%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Avastin-Lucentis, se il Servizio sanitario sceglie le cure meno care

next
Articolo Successivo

Investimenti, quanto ‘paga’ essere risparmiatori?

next