Si è suicidato Clauvino de Silva, il narcoboss brasiliano che sabato 3 agosto aveva tentato di fuggire dal carcere di massima sicurezza di Gericinò, a Rio de Janeiro tentando di farsi passare per sua figlia 19enne. Stando a quello che riporta la segreteria dell’amministrazione penitenziaria (Seap) di Rio de Janeiro, citata dai media locali, si sarebbe impiccato con le lenzuola, nella cella in cui stava scontando una condanna a 73 anni per traffico di droga. Sulla sua morte è stata aperta un’inchiesta.

Il 42enne boss del narcotraffico, soprannominato “Shorty” e legato al Comando Rosso, la più grande organizzazione criminale di Rio de Janeiro, era comparso nelle cronache di tutto il mondo per il suo originale tentativo di fuga. Grazie alla sua corporatura minuta, una parrucca e una maschera di silicone, aveva tentato di travestirsi da adolescente, sperando di essere scambiato per sua figlia Ana Gabriele che era andata a trovarlo e riuscire a evadere dal carcere. A tradirlo è stato il suo atteggiamento nervoso che aveva insospettito le guardie del penitenziario.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Open Arms, Malta vieta l’ingresso nelle acque territoriali alla ong spagnola con 121 persone a bordo. Nave a 30 miglia da Lampedusa

next
Articolo Successivo

Texas, agenti arrestano afroamericano e lo legano a una corda: la foto diventa virale

next