La cella frigorifera era stata rifornita, come sempre, al venerdì pomeriggio. Ma quando i sanitari sono entrati dopo il fine settimana si sono accorti che erano stati rubati farmaci tumorali del valore commerciale di 400mila euro. È successo all’ospedale di Rho, in provincia di Milano. Secondo quanto rilevato dai carabinieri che indagano sulla vicenda, il portellone della sala medicinali è stato forzato dall’esterno. Per il secondo il vice presidente del Consiglio regionale Carlo Borghetti si tratta di “un episodio grave e inquietante” e “con molta probabilità – ha aggiunto – siamo di fronte ad una operazione mirata, condotta da organizzazioni strutturate e in grado di rimettere sul mercato simili refurtive”. “Purtroppo – aggiunge Borghetti in una nota – in Lombardia la malavita organizzata ha già dimostrato di saper lucrare sul riciclaggio di questi farmaci. Il mio auspicio è che le forze dell’ordine riescano prontamente ad individuare i responsabili per evitare che questi farmaci possano alimentare un pericoloso mercato parallelo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezia, il dialogo tra il comandante e la capitaneria: “Non vi serve un quarto rimorchiatore?”. “No, tutto tranquillo”

prev
Articolo Successivo

Milano, maxi-incendio in un deposito di rifiuti speciali a Settimo Milanese

next