“Ci terrei molto a conservare rapporti pacifici, anche nella competizione politica, perché si si è visto che ormai le visioni politiche e le posizioni su molti provvedimenti hanno avuto una divergenza”. Lo ha detto l’ormai ex senatrice del Movimento 5 stelle Paola Nugnes, dopo aver annunciato l’intenzione di lasciare il partito in cui ha lavorato e militato per molti anni, per passare al gruppo misto.  “Voglio lasciar decantare questa situazione. Aspetto di sapere quali sono le conseguenze e le decisioni che verranno prese dall’altra, parte perché c’è la volontà di fare una conciliazione, di lasciarsi in pace e di non dover muoversi diversamente. Io sicuramente saprò valutare sempre con contentezza tutti i provvedimenti che andranno nella linea del nostro programma e lo saprò riconoscere, però voglio poter fare un’opposizione libera e anche scevra dalla responsabilità di parlare a nome del Movimento”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Autostrade, M5s chiede la revoca della concessione. Di Maio: “Per anni i gestori si sono solo arricchiti”

next