Ha ucciso a coltellate la figlia di soli due anni. Poi ha tentato di togliersi la vita. È successo sabato pomeriggio a Cremona dove un uomo che lavora come operaio in una fabbrica ha commesso il delitto motivandolo con la rabbia per la separazione. Il 36enne ivoriano, ora in pericolo di vita, si era infatti da poco separato dalla moglie, con la quale viveva in un’altra abitazione assieme alla figlia. Solo un mese fa si era trasferito al civico 4 di via Massarotti, il luogo teatro della tragedia.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, intervenuti con tre pattuglie, le motivazione dell’omicidio sarebbe appunto legata alla separazione della coppia. Sul posto sono intervenute anche un’ambulanza ed una automedica. L’uomo è stato trasportato in ospedale ed è attualmente piantonato dai militari dopo essere stato arrestato per omicidio. Sul luogo del delitto la Scientifica è impegnata nei rilievi. Una vicina di casa, come riporta il quotidiano “La Provincia”, ha detto che il marito ha sentito le “urla e i lamenti della bimba”. In zona, ha aggiunto, “nessuno conosce la famiglia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuoro, uomo di 50 anni si toglie la vita in ospedale perché ricattato con foto hard

next
Articolo Successivo

Omicidio di Torvaianica, l’ipotesi dopo l’autopsia: “Maria Corazza accoltellata, poi Domenico Raco si è dato fuoco”

next