Maltrattavano i pazienti anche avevano in cura, anche quelli affetti da gravi disabilità. Per questo sono state emesse 13 misure cautelari nei confronti dei dipendenti di una comunità terapeutica di Alessandria. Le accuse, in concorso e a vario titolo, sono maltrattamenti contro familiari o conviventi. L’operazione, denominata “Freedom” è stata condotta dai carabinieri di Novi Ligure e coordinata dalla Procura di Alessandria.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gorizia, crolla palazzina di due piani. Esplosione dopo una fuga di gas: due morti

prev
Articolo Successivo

Mani pulite in ospedale: dopo anni che denuncio siamo ancora a questo punto?

next