Sulla giustizia “dobbiamo intervenire, e sicuramente lavoreremo, per articolare una qualche riforma che deve essere meditata bene: non possiamo certo intervenire per reazioni emotive e intervenire a caldo”. L’operato del governo andrà “nel segno di una maggior cesura, una maggiore linea di demarcazione tra politica e servizio giurisdizionale“. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrando la stampa durante la visita al Salone Internazionale dell’Aeronautica e dello Spazio, in corso a Parigi. “Non è ammissibile – ha proseguito il premier – ci siano zone di promiscuità, di contiguità” e “per far questo ben venga l’apporto delle forze di opposizione.  Sarebbe bello coinvolgere quante più forze possibili in Parlamento”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Csm, Conte: “Maggioranza giudici onesta. Riforma della giustizia sarà medita bene. Ben venga collaborazione opposizioni”

prev
Articolo Successivo

Salvini negli Usa: “All’Italia servirebbe una manovra trumpiana. F35? Non ci si può rimangiare gli accordi”

next