Colorate, a volte un po’ strane, in altri casi molto comode. Le cabine elettorali sparse nelle città d’Europa appaiono così. In Slovacchia i votanti hanno la possibilità di sedersi, in Francia c’è chi ha votato con il suo cagnolino, a Stoccolma (Svezia) le cabine sembrano piccole tende. In Germania le cabine sono appoggiate a piccoli tavolini. Ad Atene (Grecia) le cabine sono particolarmente colorate e in quelle francesi in Guiana ci sono anche i cestini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, Conte vota al seggio della scuola “Virgilio”. Poi la foto di gruppo con gli scrutatori: “Ho fatto il mio segno”

next
Articolo Successivo

Genova, Beppe Grillo al seggio di Sant’Ilario con la moglie e il figlio che ha votato per la prima volta

next