Al grido “Genova è solo antifascista” è iniziata la contromanifestazione degli antifascisti genovesi in contemporanea al comizio di CasaPound a Genova (una ventina di persone in tutto), nella centrale piazza Marsala completamente blindata dalla polizia. Gli antifascisti hanno tentato di forzare il blocco della polizia per entrare in piazza tirando oltre le grate alcuni fumogeni. Sono circa un migliaio i contromanifestanti: in piazza Cgil, portuali, antagonisti, Genova antifascista e alcuni studenti. Una parte della Cgil è rimasta in picchetto davanti alla prefettura.  La polizia, che ha ‘chiuso’ il luogo del comizio con le grate antisommossa e i blindati, conta circa 300 uomini.

La tensione è sfociata poi in veri e propri scontri con  cariche di polizia contro i manifestanti antifascisti. Il bilancio finale è di tre feriti, tra questi, c’è anche un giornalista di Repubblica che avrebbe alcune dita fratturate.

 

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Orbassano, 19enne investita da auto pirata viene fatta partorire d’urgenza: la neonata è grave

next
Articolo Successivo

Orbassano, “la bimba è in condizioni gravi anche se ci sono miglioramenti”. Caccia al pirata che ha investito la madre

next