E’ stato fermato nel tardo pomeriggio dell’8 maggio dai carabinieri in un autogrill sull’A4 in Veneto Abdelkrim Foukahi, il cittadino marocchino di 41 anni accusato di aver ucciso la moglie Damia El Essali, trovata sgozzata nella sua casa di Borgonovo (Piacenza). Irreperibile per diverse ore insieme con i figli di 2 e 4 anni, è stato individuato nel tardo pomeriggio grazie alla targa dell’auto, segnalata dai varchi autostradali.

Gli investigatori ritengono che verosimilmente i due bambini non abbiano assistito all’omicidio della madre, né abbiano avuto coscienza di quanto successo. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo ieri mattina ha portato i due figli di due e quattro anni a scuola. Poi li sarebbe andati a prendere ed è partito con loro in auto. Si era fermato nell’area di servizio per farli mangiare. Ma la macchina era seguita dalla polizia stradale e dai carabinieri che sono intervenuti su disposizione della procura di Piacenza.
Ora il 41enne si trova in carcere a Venezia ma non avrebbe ammesso il fatto. Si attende la convalida del fermo da parte dell’autorità giudiziaria e seguirà l’interrogatorio di garanzia. I figli stanno bene e sono stati affidati alla famiglia della madre che vive nella zona di Borgonovo.