“Abrogare le modifiche alle regole sul pensionamento anticipato introdotte nel 2019”, con i meccanismi di “quota 100” puntando invece a “mantenere il nesso tra l’età pensionabile e la speranza di vita“. Questo è quanto si legge nel rapporto annuale dell’Ocse. “La cessazione del regime del pensionamento anticipato (quota 100 ndr) consentirebbe di liberare ampie risorse“, ha spiegato nel suo intervento il segretario generale Ocse, Angel Gurria, in occasione della presentazione del rapporto Ocse sull’Italia al Ministero dell’Economia. “Sappiamo che questa è una misura temporanea – ha continuato – ma come ex ministro delle Finanze so che non c’è niente di più permanente di una misura temporanea“. E ancora: “Questi soldi potrebbero essere usati per il sostegno all’occupazione e promuovendo equità tra le generazioni”.