Partirà il 13 ed il 14 Aprile da Monza la SRO E-Sport GT Series, il nuovo campionato virtuale ufficiale organizzato da SRO Motorsports Group in collaborazione con AK Informatica che affiancherà la Blancpain GT Series in alcune delle sue tappe, vedendo i sim racers (o piloti virtuali) sfidarsi su Assetto Corsa Competizione, il videogioco ufficiale della competizione automobilistica sviluppato dall’italiana Kunos Simulazioni. I migliori 3 piloti della competizione vinceranno un’esperienza -non virtuale- con Lamborghini Squadra Corse.

La SRO E-Sport GT Series si articolerà in 4 round intermedi, che vedranno tenersi turni di qualifiche online ed in loco, seguite da semifinali e finali, in concomitanza delle gare della Blancpain GT Series che si terranno a Monza (13-14 aprile), al Paul Ricard  (31 maggio – 1 giugno), a Spa-Francorchamps (25-28 luglio) ed al Nürburgring (31 agosto – 1 settembre), ed un round finale che si terrà a Barcellona presso il Circuito di Catalogna dal 28 al 29 Settembre.

In ogni tappa intermedia si terranno tre semifinali, una per ciascun livello d’accesso dei sim racers all’evento: PRO, dedicata ai 12 piloti invitati dagli organizzatori, Silver, che vedrà sfidarsi gli autori nelle qualifiche online dei 12 migliori tempi sul giro, ed AM per gli autori dei 12 migliori tempi nelle qualifiche dal vivo (aperte al pubblico dotato di biglietto per il paddock ed agli eliminati dalle semifinali PRO e Silver); I migliori 4 piloti di ciascuna delle semifinali andranno a comporre lo schieramento di partenza per la finale del round, finale tramite cui i primi 3 classificati, premiati sul podio del circuito, staccheranno il biglietto per il round finale in terra catalana.

Il campionato vedrà in ogni tappa dal vivo allestite nelle strutture del circuito ospitante delle Sim Racing Arena dotate di 12 postazioni di gioco, utilizzate sia per le qualifiche che per semifinali e finali. Per chi non si trovasse presso il circuito, sarà possibile seguire gli eventi di ciascun round in diretta streaming.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Energia pulita in tutti gli edifici grazie ai pannelli solari fotovoltaici efficienti e belli da vedere

prev
Articolo Successivo

Amazon, le migliori offerte di primavera del 28 marzo

next