“Una giornata incredibile, che condensa paure e sensazioni represse, come se fossimo gocce d’acqua  riversati nelle città del mondo. Da qui può cominciare qualcosa di nuovo, ma dobbiamo vedere se i partiti politici sono in grado di rispondere a questa necessità”. Dopo la manifestazione degli studenti, migliaia di persone hanno sfilato per le vie di Milano in occasione del Global Strike For Future, per difendere il pianeta e lottare contro i cambiamenti climatici. Soprattutto giovani, uniti dalla protesta iniziata da Greta Thunberg, “Mi sento più rappresentata da Greta che dai partiti, non ho molta fiducia nella politica in questo momento. C’è poco tempo abbiamo dieci, undici anni per cambiare le cose, altrimenti sarà troppo tardi”. Prima della fine del corteo, alcuni dei manifestanti si fermano davanti all’ufficio del Parlamento europeo di Milano, al Palazzo delle Stelline, per mostrare uno striscione: “UE: dalle parole ai fatti! Zero emissioni ora.”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sciopero clima, la protesta degli apicoltori a Firenze: “Le api sono in grande crisi a causa dei cambiamenti climatici”

prev
Articolo Successivo

Clima, l’agricoltore che ha fatto causa all’Ue: “Siccità non è eccezione, si perde il raccolto e non solo. Misure inadeguate”

next