Una ragazza di 23 anni, Alessandra Immacolata Musarra, è stata trovata morta in casa a Messina, nel quartiere di Santa Lucia Sopra Contesse. Il fidanzato, Christian Ioppolo, rintracciato e interrogato a lungo dalla polizia, ha confessato di averla uccisa. L’indagine è coordinata dal procuratore Maurizio De Lucia e per l’uomo c’è un provvedimento di fermo.

Secondo quanto riporta, La Repubblica, i familiari della vittima si sono allarmati perché la giovane non rispondeva più alle loro chiamate. Quando sono arrivati nella casa dove viveva col fidanzato l’hanno ritrovata distesa sul pavimento con molti lividi sul volto. Hanno chiamato soccorsi ma per la donna era ormai troppo tardi.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bologna, morto il bimbo caduto dal carro di Carnevale. Aperta un’inchiesta

prev
Articolo Successivo

Taranto, quattro bambini violentati, filmati e maltrattati: madre, compagno e un terzo uomo in carcere

next