Un accordo bipartisan è stato raggiunto al Congresso americano per finanziare la sicurezza del confine col Messico ed evitare un nuovo shutdown dal 15 febbraio. Il testo non parla di “muro“, ma prevede 1,375 miliardi di dollari per realizzare delle barriere al confine, tra cui oltre 100 chilometri di reticolato. Finora il presidente Donald Trump non ha mai arretrato sulla sua richiesta di 5,7 miliardi per costruire un muro di acciaio. Se dovesse passare, il piano stanzierebbe i fondi necessari per non fermare il governo federale.

“Abbiamo bisogno del Muro, deve essere costruito, e vogliamo costruirlo rapidamente”, ha detto Trump nella notte italiana parlando a El Paso, in Texas, nel suo primo comizio elettorale del 2019 che di fatto dà il via alla sua campagna per le presidenziali del 2020. Il presidente ha sostenuto che il numero di reati è sceso a El Paso solo dopo la costruzione di una barriera e criticato le autorità locali, tra cui il sindaco repubblicano di El Paso, che avevano accusato il presidente di drammatizzare la situazione nella città di confine: “Non importa se sono repubblicani o democratici. Dicono solo un sacco di stronzate. Qui prima del muro c’era un tasso di criminalità altissimo”. Più volte ha attaccato l’avversario politico Beto O’Rourke, democratico del Texas che ha tenuto un comizio a breve distanza. “Che dire di Beto”, si è chiesto in un lungo attacco ai Democratici accusati di promuovere politiche “socialiste”. Trump, accolto da un’ovazione dai suoi sostenitori, circa 6mila, è stato però interrotto per almeno tre volte da contestatori.

A meno di un miglio di distanza, la folla di oltre 7mila persone riunita per ascoltare il Democratico scandiva slogan molto diversi, da “Stop the wall” e “Fate tacos, non Muri” a “Beto presidente” a “Trump made America hate again“, Trump ha riportato l’odio in America, rovesciamento dello slogan del presidente ‘Make America great again’. O’Rourke ha contestato con forza la ricostruzione di Trump, citando statistiche a dimostrazione del fatto che El Paso fosse una delle città più sicure d’America molto prima della costruzione del Muro. “Noi siamo per i valori dell’America e contro i muri, e ci opporremo, faremo resistenza”, ha detto.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Spagna, la destra si compatta in piazza contro Sanchez: “No a dialogo con indipendentisti catalani. Subito elezioni”

next
Articolo Successivo

Spagna, la Corte Suprema processa i leader catalani: nove sono in carcere

next