Il campione di nuoto Massimiliano Rosolino ha fatto visita in ospedale a Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore rimasto ferito “per errore” sabato notte in una sparatoria nella periferia Sud di Roma. Il ragazzo è ricoverato da giorni al San Camillo e i medici gli hanno detto che a causa delle lesioni non tornerà più a camminare. Negli scatti pubblicati dal padre del giovane su Facebook si vede Rosolino, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sidney nei 200 misti, con il camice verde che parla a Manuel, steso su un letto.

“Ha capito tutto e credo che i giovani abbiano più energie dei genitori, perché io da genitore faccio fatica a capire cosa si prova”, ha detto l’ex campione di nuoto poco prima di entrare a far visita a Manuel, al momento ancora ricoverato in terapia intensiva. “Ora lui insieme ai suoi genitori dovranno affrontare un percorso che mi auguro sia positivo. Un ragazzo così giovane ha una vita davanti anche se una grande parte gliela hanno buttata via, ma si rifarà”, ha aggiunto Rosolino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Week end: il Cadore più minuto, dimenticando, per una volta, la star Cortina.

next