“Il ridimensionamento della Tav è una supercazzola“. A dirlo, rispondendo a Matteo Salvini, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio. “Per me valgono le priorità. Lavoriamo, nel governo, sulle cose su cui siamo d’accordo. Altrimenti ho la sensazione che qualcuno voglia creare tensioni a tutti i costi”. Il ministro del Lavoro, a Ortona, è stato interrotto da un giornalista. L’episodio ha spinto Alessandro Di Battista, presente insieme alla candidata alle Regionali in Abruzzo, Sara Marcozzi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ong, Fidanza (FdI) vs Gruber: “Sono pagate da Soros e da speculatori internazionali”. “Lei ha raccontato balle”

next
Articolo Successivo

Salvini, il siparietto sul palco con il bambino di 11 anni: “Non è sequestro di minore, ho già i miei problemi”

next