“Vogliono far credere che il M5S voglia bloccare i cantieri. E’ tutto falso il M5S non vuole bloccare nessun cantiere”. Lo ha detto il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli in una diretta Facebook: “Tra poche giorni avrete l’analisi costi-benefici della Tav“, ha continuato.

Il ministro nella lunga diretta ha spiegato tutto ciò che sta facendo il governo per quanto riguarda le opere infrastrutturali: “Abbiamo sbloccato il Terzo Valico e lo stiamo facendo meglio. Stiamo completando un altro disastro ereditato dal passato: la Asti-Cuneo che deve essere completata negli ultimi 10km e lo stiamo facendo interloquendo col concessionario senza aumentare i pedaggi perché l’accordo che avevano fatto i cosiddetti esperti che mi precedevano, i Delrio e i Lupi, ovviamente facevano questo completamento dell’opera facendo gravare sugli utenti della strada, cioè sui cittadini, il completamento”. E ancora: “Non abbiamo bloccato il tunnel del Brennero ma stiamo investendo ed ipotizzando anche di mettere un commissario straordinario per accelerare i lavori sulla tratta esterna che porta fino a Verona e che porta uno scambio intermodale: merci su camion, merci su ferrovia molto più velocemente”.

E a Venezia “porteremo a compimento lo scandaloso Mose perché è completato al 94% e lo faremo meglio di chi ci ha preceduto”. In Emilia “faremo il passante di Bologna meglio di come abbiamo ereditato il progetto e probabilmente spendendo la metà”. In Toscana “rafforzeremo il polo aeroportuale di Pisa e Firenze senza avvantaggiare chi lo sta gestendo”, ha detto il ministro. “E’ un aeroporto profittevole, perché dovremmo metterci 150 milioni di soldi pubblici?, ha sottolineato Toninelli, indicando che dovrà essere il concessionario ad effettuare gli investimenti nell’aeroporto.

Fra le altre opere sulle quali si sta lavorando il ministro ha illustrato: “stiamo adeguando la linea ferroviaria Roma-Pescara, sta andando avanti il Tav Napoli-Bari, faremo l’autostrada Catania-Ragusa, riqualificheremo la Pontina” e “in Sardegna sarà completata nell’estate 2020 la Sassari-Olbia” e sempre in Sardegna “si inizia a discutere di una ferrovia tra Olbia e Nuoro“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Scorta tolta a Sandro Ruotolo, Morra (Antimafia): “Va difeso, io sto con lui”. La Fnsi al premier Conte: “Incomprensibile”

next