“Siamo alla stazione centrale di Pescara per smentire la scemenza totale che sentirete nei prossimi mesi, del M5s contro le infrastrutture: noi siamo per le opere che servono ai cittadini, ai pendolari. Dato che si parla di buchi ridicoli, Tav e altre stronzate del genere, andiamo a chiedere qui in biglietteria a Pescara per andare a Roma come si può fare”. Lo dice Alessandro Di Battista in una diretta facebook dall’Abruzzo, dove accompagna Luigi Di Maio per la campagna elettorale.

I due esponenti del Movimento, con la candidata alla presidenza dell’Abruzzo Sara Marcozzi, si presentano in biglietteria: “Quindi ora non ci sono treni diretti Pescara-Roma…”, sottolinea la candidata ascoltando l’addetto alla biglietteria. Poi aggiunge: “Questo è il motivo per cui diciamo che manca una rete di infrastrutture nella nostra regione e che la Tav non è così urgente: servirebbero altre opere in Abruzzo“.

“Questo è l’impegno – conclude Di Maio – che prendiamo con gli italiani: sulla Roma-Pescara, la Asti-Cuneo, la Catania-Palermo. Dobbiamo fare queste opere e farle più velocemente di quanto fatto finora. I cantieri aperti vanno velocizzati e quelli da aprire devono andare velocissimi”.