Alla House of Commons è il 15 gennaio, il giorno del voto sull’accordo tra Londra e Bruxelles sulla Brexit. L’intesa ottenuta da Theresa May verrà poi bocciata dalla maggioranza del Parlamento aprendo allo scenario del no deal. Lo speaker John Bercow deve fare di tutto per cercare di mantenere la calma e permettere che il dibattito vada avanti: le sue esclamazioni, da “zen” a “order“, sono diventate virali in tutto il Regno Unito.

Per Bercow, dal 1997 in Parlamento ed eletto speaker nel 2009, l'”order” era già un marchio di fabbrica. Da quando riveste questo ruolo, spesso richiami i membri per il loro comportamento “rumoroso e infantile” e continua serenamente a tentare di richiamarli all’ordine. È diventato un’icona anche per le sue cravatte, che indossa insieme all’abito nero al posto del vecchio vestito del presidente della Camera.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sovranità monetaria, abbiamo forse frainteso i trattati europei?

prev
Articolo Successivo

Sondaggi Europee, Lega e M5s in calo. Lieve aumento per Pd e Forza Italia

next