Alla House of Commons è il 15 gennaio, il giorno del voto sull’accordo tra Londra e Bruxelles sulla Brexit. L’intesa ottenuta da Theresa May verrà poi bocciata dalla maggioranza del Parlamento aprendo allo scenario del no deal. Lo speaker John Bercow deve fare di tutto per cercare di mantenere la calma e permettere che il dibattito vada avanti: le sue esclamazioni, da “zen” a “order“, sono diventate virali in tutto il Regno Unito.

Per Bercow, dal 1997 in Parlamento ed eletto speaker nel 2009, l'”order” era già un marchio di fabbrica. Da quando riveste questo ruolo, spesso richiami i membri per il loro comportamento “rumoroso e infantile” e continua serenamente a tentare di richiamarli all’ordine. È diventato un’icona anche per le sue cravatte, che indossa insieme all’abito nero al posto del vecchio vestito del presidente della Camera.

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sovranità monetaria, abbiamo forse frainteso i trattati europei?

next
Articolo Successivo

Sondaggi Europee, Lega e M5s in calo. Lieve aumento per Pd e Forza Italia

next