Carige é una vicenda enorme, dimostra che hanno raccontato un sacco di ‘fregnacce‘ in campagna elettorale. E’ la fine dell’innocenza di grillini e leghisti su questo tema, ma i leghisti erano già stati protagonisti dello scandalo del fallimento della banca della Lega”. Così Matteo Renzi in diretta Facebook. “Carige è una banca in crisi da tempo per responsabilità diffuse, evidente dei banchieri di Genova e forse anche delle autorità di controllo – dice il senatore Pd -. Nove minuti é durato il Consiglio dei ministri sul decreto perché hanno fatto copia-incolla di quello del governo Gentiloni su Mps. Hanno fatto la stessa cosa per cui ci dicevano ‘venduti ai banchieri’, hanno messo soldi pubblici e salvato una banca. Poi usano diversivi per non farne parlare, la verità arriva alla loro gente e fa un male cane – prosegue l’ex premier -. Nel nostro salvataggio di quattro ‘banchette’ gli obbligazionisti pagarono perché noi non ci abbiamo messo un soldo pubblico, abbiamo solo tutelato i correntisti. Cercano di nascondere la verità con la complicità dei Tg amici della Rai – conclude Renzi -, se fosse stata la banca di Firenze o di Arezzo sarebbe l’apertura di tutti i telegiornali”. Poi continua: “Conte deve venire in Parlamento a riferire, non può andare solo a Porta a porta. Il presidente del Consiglio deve chiarire se ha detto bugie a Porta a porta o al Parlamento in riferimento allo studio legale e ai rapporti con Alpa e se ha fatto telefonate ai soci privati della banca”, ha spiegato il senatore del Pd.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gilet gialli, Di Maio: “Il governo Macron li sta finanziando politicamente con tutte le assurdità che sta facendo”

next
Articolo Successivo

Europee, Verdi con ‘Italia in Comune’: “Di Maio? Impossibile allearsi con chi va a braccetto con la Lega”

next