“Noi l’Iva abbiamo ereditata e quello delle clausole di salvaguardia è un meccanismo che abbiamo scoperto, non introdotto. Ma siamo responsabili, lo abbiamo già dimostrato, gestiremo con la stessa responsabilità le clausole per il 2020-2021”. Lo ha detto Giuseppe Conte, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri sulle pesanti clausole di salvaguardia, contenute nella manovra, per sterilizzate gli aumenti per i prossimi anni. “La verità è che il Paese deve crescere con questa manovra confidiamo in una crescita robusta e sostanziosa, e anche in un abbassamento dello spread e questo – conclude Conte – libererà molte risorse”. Sulle tempistiche e modalità di ‘Quota 100’ per i dipendenti della pubblica amministrazione, Matteo Salvini dichiara: “Si partirà a fine giugno, mi risulta. Dal blocco del turn over sono esentati interi comparti della pubblica amministrazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manovra, il maxi-emendamento slitta e scoppia la bagarre. Forza Italia si volta per protesta. E Casellati: “Governo rispetti Senato”

next
Articolo Successivo

Manovra, Pd occupa l’Aula dopo lo slittamento dei lavori: “Governo offende il Senato”

next