Bagarre in Senato dopo l’annuncio in Aula da parte della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati dello slittamento dei lavori e del voto di fiducia a sabato, per il mancato arrivo del maxi-emendamento sulla manovra, ancora non pronto. L’ennesimo tentennamento ha provocato prima la reazione furente delle opposizioni, dal Pd a Leu, fino a Forza Italia. Poi, la reazione della presidente dell’aula di Palazzo Madama, la stessa Maria Elisabetta Casellati che ha richiamato maggioranza e governo invitandoli “ad avere un percorso legislativo più regolare, e non con questa tempistica a singhiozzo, rispettoso dell’assemblea del Senato”. Forza Italia ha attaccato parlando di “comportamento sconcio” nei confronti degli italiani e annunciato con Anna Maria Bernini che non avrebbe partecipato al voto “dando le spalle a questo governo che ha imbavagliato la democrazia”, mentre il Pd ha protestato in modo veementemente con il capogruppo Andrea Marcucci e annunciato di voler occupare l’Aula.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Manovra, slitta il maxi-emendamento e le opposizioni insorgono. Pd: “Occupiamo l’Aula”. M5s: “Solo problemi tecnici”

prev
Articolo Successivo

Manovra, Conte: “Iva? La abbiamo ereditata”. Salvini: “Quota 100? A fine giugno”

next