“Che il Parlamento sia ridotto quasi a una farsa non è un trofeo di cui andare orgogliosi, ma una ferita grave a tutti, alla democrazia e al Paese”. Lo ha detto Emma Bonino (+Europa) in un passaggio di un vibrante intervento sulla manovra economica in un’aula di palazzo Madama alle prese con una discussione su una legge di bilancio che di fatto ancora non c’è, visto che il maxi emendamento del governo arriverà domani.

“Ho la forte tentazione di non votare” ha avvertito e mentre dalla maggioranza qualcuno cominciava a rumoreggiare, lei, da antica e appassionata militante radicale, ha detto: “Voi non avete idea di quanto sia grave ciò che sto per fare… Passate come rulli compressori su quelle istituzioni, che un giorno serviranno anche a voi, e che si fondano su un equilibrio tra i vari ruoli”.

E quando il presidente di turno Roberto Calderoli ha richiamato i colleghi al silenzio in modo da lasciar parlare la senatrice, lei ha orgogliosamente rivendicato: “Mi difendo da sola, mi difendo da sola!”, suscitando nuovi applausi, in aggiunta a quelli già riscossi nel corso del suo discorso a braccio. “Kafka vi fa un baffo”, ha sintetizzato, tra l’altro, l’ex ministro degli Esteri, sottolineando il fatto che la Camera ha votato la fiducia su una “manovra farlocca”, mentre la manovra vera “è stata scritta fin nei dettagli dall’Europa, cosa bizzarra per una maggioranza sovranista…”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Anticorruzione, il ddl piace a due italiani su tre. Ma i penalisti: “Mattarella non lo firmi”. Csm si spacca sul parere critico

next
Articolo Successivo

Manovra, Di Maio: ‘Reddito parte a marzo Iva non aumenterà, team ‘mani di forbici’ taglierà 23 miliardi di sprechi da gennaio’

next