Quella di Luigi Di Maio sulla vicenda di suo padre è stata “una reazione da signore, una reazione da Luigi Di Maio”. Lo afferma Alessandro Di Battista in una diretta facebook dal Guatemala.
“Provano a indebolire Luigi perché il sistema teme Di Maio e perché c’è molta invidia nei suoi confronti. Il problema non sono i padri ma sono i figli”, sottolinea attaccando frontalmente Matteo Renzi e Maria Elena Boschi che, a suo dire, avrebbero avuto una reazione ipocrita di fronte all’episodio che ha interessato il padre del ministro dello Sviluppo economico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Di Maio, l’uomo che ha accusato il padre: “Ho votato M5s. Ho denunciato perché sui social ho litigato con un grillino”

prev
Articolo Successivo

Dl Sicurezza, passa la fiducia. E Salvini fa le prove di esultanza: “Sobrietà ragazzi… o saliamo sul balcone?”

next