“Noi stiamo piantando un seme di indipendenza, attraverso la capacità di auto prodursi”. Alessandro Di Battista torna con la 5° puntata de ‘L’Orizzonte lontano’, in esclusiva per gli abbonati alla piattaforma televisiva Loft. Dopo aver lasciato il Messico e attraversato il Belize, Alessandro, Sahra Lahouasnia e il piccolo Andrea arrivano in Guatemala, presso la comunità di Nuevo Horizonte, nella regione del Péten. Alessandro c’era stato la prima volta nel 2005. Qualche anno dopo inizia a lavorare nel campo della cooperazione internazionale, in una piccola associazione di nome Amka. “Poi ho preso un’altra strada – ricorda l’ex parlamentare Cinque Stelle -, ma Amka continua a sostenere Nuevo Horizonte con un progetto meraviglioso che si chiama ‘Cresciendo Unidos’”. Lo scopo è garantire ai locali la possibilità di produrre ciò che mangiano. In una parola: sovranità alimentare. “Qui si coltivano 15mila alberi all’anno, come avocado, cacao e frutta locale”, racconta Di Battista. Gli alberi sono destinati ai poveri della regione del Péten, a nord del Guatemala. La materia prima è locale e naturale: “Per realizzare tutto questo si utilizzano semi autoctoni e non si utilizza nulla di chimico”, dice il leader Cinque Stelle. In Guatemala, del resto, la malnutrizione è una piaga: “Si mangia poco e si mangia male, e il diabete avanza”, racconta Di Battista. ‘Cresciendo Unidos’ non è solo un’idea agroalimentare, ma un cambiamento sociale. Il responsabile del progetto è un italiano, Valerio Frattura: “‘Cresciendo Unidos’ è un’azione politica, il tentativo di rendere indipendenti le persone di questa comunità e delle comunità limitrofe, offrendo anche formazione”. Minacciate dalle multinazionali, le persone si organizzano con le loro forze. Valerio sostiene i guatemaltechi insegnando loro ad essere autonomi: “Noi stiamo piantando un seme di indipendenza, il seme dell’indipendenza passa attraverso la capacità di auto prodursi”.

‘L’Orizzonte lontano’ è un format realizzato e prodotto in esclusiva per la piattaforma televisiva Loft. Le prime 4 puntate sono disponibili per gli abbonati su iLoft.it.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta tre fake news: è vero che in Campania servono nuovi inceneritori?

next
Articolo Successivo

Accordi&Disaccordi, ospiti Marco Travaglio e Pietro Senaldi su Nove venerdì 30 novembre alle 22.45

next