Tra il 2013 e il 2016 Ilaria Capua, virologa di fama internazionale, salita alla ribalta per la decisione di rendere di dominio pubblico la sequenza genica del virus dell’aviaria, si ritrova improvvisamente coinvolta in un complesso caso giudiziario e mediatico, con l’accusa, da cui poi sarà prosciolta, d’essere una delle menti di un traffico di virus a scopo di lucro. La storia personale della scienziata e il modo in cui il Paese – sistema dei media, mondo politico e comunità scientifica – ha affrontato il suo caso s’intrecciano nel docu-film “L’Anti-Scienza – Il Caso Ilaria Capua”, in onda su Sky Atlantic domenica 11 novembre alle 21.15, all’interno del ciclo “Il racconto del reale”. Il film di Stefano Pistolini e Massimo Salvucci, con la collaborazione di Cristiano Panepuccia, è stato prodotto da Dallarouche in collaborazione con Sky ed è stato presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manovra, Savona: “Condono? Perché non dovremmo farlo, è pur sempre redistribuzione del reddito da ricchi a poveri”

next
Articolo Successivo

X Factor, Anastasio reinterpreta i Pink Floyd e fa impazzire Mara Maionchi. La reazione è imperdibile

next