A una settimana di distanza dall’omicidio di Desirée Mariottini, la sedicenne trovata morta in uno stabile abbandonato in via dei Lucani, nel quartiere San Lorenzo di Roma non è cambiato nulla: durante la fiaccolata in ricordo della ragazza, un nostro cronista è stato avvicinato da diversi spacciatori che volevano vendergli droga. Il tutto a pochissimi metri dal corteo e dalle auto della polizia. “Vieni di là, qui è troppo rischioso”, “ci sono poliziotti in borghese, non ti posso far vedere nulla. Dammi i soldi”.
Con l’accusa di omicidio e stupro sono state arrestate quattro persone.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brindisi, due arresti per l’aggressione agli stranieri. Contestata l’aggravante dell’odio razziale: “Era ronda punitiva”

next
Articolo Successivo

“Roma dice basta”, migliaia di persone al Campidoglio contro il degrado. I cori per la sindaca Raggi: “Dimissioni”

next