Gilberto Benetton è morto a 77 anni a Treviso, nella sua residenza vicino a Piazza dei Signori. Gravemente malato da tempo, era stato ricoverato alcuni giorni fa per una polmonite, e le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate. Insieme ai fratelli Luciano, Giuliana e Carlo, nel 1945 aveva aveva dato inizio all’attività di Benetton Group, società leader nel settore moda. È stato vicepresidente di Edizione, la finanziaria di famiglia, di Autogrill, ed era consigliere del Gruppo Benetton, di AtlantiaMediobanca, Pirelli e Allianz. Dal 2012 era stato inserito nell’Italian Basket Hall of Fame per i successi con la Benetton Pallacanestro Treviso. Edizione, attraverso Sintonia Spa, detiene il 30,25% di Atlantia, che a sua volta possiede l’88,06% di Autostrade per l’Italia.

Negli ultimi mesi i Benetton erano tornati al centro delle cronache dopo la morte di uno dei fratelli, Carlo, e la tragedia del Ponte Morandi a Genova, sulla quale proprio Gilberto aveva rotto il silenzio parlando al Corriere della Sera, a 24 giorni dal crollo. “Dalle nostre parti – aveva detto – il silenzio è considerato segno di rispetto. Edizione, la nostra holding, ha parlato meno di 48 ore dopo la tragedia, a voce bassa è vero, perché la discrezione fa parte della nostra cultura. Ha però comunicato con parole chiare e inequivocabili un pensiero di cordoglio alle famiglie delle vittime e la vicinanza ai feriti e a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo disastro“.

La vita – Nato nel 1941 a Treviso, è stato il regista della diversificazione delle attività della famiglia Benetton nei settori retail, infrastrutture e immobiliare realizzata negli ultimi 20 anni.  Appassionato sportivo, Gilberto Benetton è il promotore delle numerose attività nello sport delle società che fanno parte del Gruppo Edizione, in particolare nel settore giovanile, nelle attività sociali e nel rugby professionistico. Attraverso la Fondazione Benetton ha voluto la realizzazione de La Ghirada, una cittadella dello sport a Treviso. Dal 1988 è stato presidente di Verde Sport Spa, società preposta alla gestione del centro sportivo polifunzionale La Ghirada e all’organizzazione di numerose attività per i giovani e il territorio. È stato anche presidente di Asolo Golf Club Srl, tra i più prestigiosi in Europa.

Zaia: “Simbolo dell’imprenditoria made in Veneto – A ricordarlo interviene il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. “Se ne va un grande trevigiano, esponente di una famiglia di imprenditori che è diventata il simbolo stesso dell’imprenditoria ‘made in Veneto'”. Per il governatore “la famiglia Benetton (…) ha rappresentato un modo diverso e nuovo di fare impresa” e “Gilberto è stato il primo artefice del gruppo di Ponzano, il braccio finanziario della famiglia, l’appassionato sportivo diventato il mecenate delle squadre della Marca, dal rugby al volley al basket: società che negli impianti della Ghirada hanno trovato il quartier generale e costruito il loro vivaio, riuscendo a regalare ai trevigiani e ai veneti, sotto l’egida appunto dei Benetton, grandi emozioni e indimenticate vittorie”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Autostrade A24 e A25, Strada dei Parchi: “Scaduti termini della diffida al ministero per sbloccare i fondi. Esposto in procura”

next
Articolo Successivo

Ostia, sgominata banda rivale del clan Spada: 42 arresti in tutta Italia

next