Gilberto Benetton è morto a 77 anni a Treviso, nella sua residenza vicino a Piazza dei Signori. Gravemente malato da tempo, era stato ricoverato alcuni giorni fa per una polmonite, e le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate. Insieme ai fratelli Luciano, Giuliana e Carlo, nel 1945 aveva aveva dato inizio all’attività di Benetton Group, società leader nel settore moda. È stato vicepresidente di Edizione, la finanziaria di famiglia, di Autogrill, ed era consigliere del Gruppo Benetton, di AtlantiaMediobanca, Pirelli e Allianz. Dal 2012 era stato inserito nell’Italian Basket Hall of Fame per i successi con la Benetton Pallacanestro Treviso. Edizione, attraverso Sintonia Spa, detiene il 30,25% di Atlantia, che a sua volta possiede l’88,06% di Autostrade per l’Italia.

Negli ultimi mesi i Benetton erano tornati al centro delle cronache dopo la morte di uno dei fratelli, Carlo, e la tragedia del Ponte Morandi a Genova, sulla quale proprio Gilberto aveva rotto il silenzio parlando al Corriere della Sera, a 24 giorni dal crollo. “Dalle nostre parti – aveva detto – il silenzio è considerato segno di rispetto. Edizione, la nostra holding, ha parlato meno di 48 ore dopo la tragedia, a voce bassa è vero, perché la discrezione fa parte della nostra cultura. Ha però comunicato con parole chiare e inequivocabili un pensiero di cordoglio alle famiglie delle vittime e la vicinanza ai feriti e a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo disastro“.

La vita – Nato nel 1941 a Treviso, è stato il regista della diversificazione delle attività della famiglia Benetton nei settori retail, infrastrutture e immobiliare realizzata negli ultimi 20 anni.  Appassionato sportivo, Gilberto Benetton è il promotore delle numerose attività nello sport delle società che fanno parte del Gruppo Edizione, in particolare nel settore giovanile, nelle attività sociali e nel rugby professionistico. Attraverso la Fondazione Benetton ha voluto la realizzazione de La Ghirada, una cittadella dello sport a Treviso. Dal 1988 è stato presidente di Verde Sport Spa, società preposta alla gestione del centro sportivo polifunzionale La Ghirada e all’organizzazione di numerose attività per i giovani e il territorio. È stato anche presidente di Asolo Golf Club Srl, tra i più prestigiosi in Europa.

Zaia: “Simbolo dell’imprenditoria made in Veneto – A ricordarlo interviene il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. “Se ne va un grande trevigiano, esponente di una famiglia di imprenditori che è diventata il simbolo stesso dell’imprenditoria ‘made in Veneto'”. Per il governatore “la famiglia Benetton (…) ha rappresentato un modo diverso e nuovo di fare impresa” e “Gilberto è stato il primo artefice del gruppo di Ponzano, il braccio finanziario della famiglia, l’appassionato sportivo diventato il mecenate delle squadre della Marca, dal rugby al volley al basket: società che negli impianti della Ghirada hanno trovato il quartier generale e costruito il loro vivaio, riuscendo a regalare ai trevigiani e ai veneti, sotto l’egida appunto dei Benetton, grandi emozioni e indimenticate vittorie”.