“Un “rospo da ingoiare” pur di non perdere “l’occasione di stare al governo”. Così i militanti del Movimento 5 stelle, arrivati al Circo Massimo di Roma per la due giorni di Italia 5 stelle, definiscono l’intesa con la Lega.  Soprattutto alla luce dei contrasti sul condono e sul decreto fiscale. “Bisogna stare attenti, dobbiamo controllare. Sappiamo chi è Salvini, non ci fidiamo. In passato ha permesso di tutto al governo Berlusconi“. Eppure le tensioni degli ultimi mesi e i compromessi sembrano non aver scalfito la fiducia che la base nutre in Di Maio. Anche se molti avvertono: “Puntiamo i piedi sui nostri principi e non facciamoci scavalcare da idee anche malsane”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia 5 stelle, Castelli: “Nel Dl fiscale non c’è nessun condono. I giornali raccontano bugie”

next
Articolo Successivo

Manovra, “piace al 59% degli italiani. Pace fiscale ok per elettori M5s. Misura più gradita? Taglio alle pensioni d’oro”

next