Evidentemente la reclusione dà le traveggole”. Eleonora Giorgi si è lasciata un po’ troppo andare dentro la Casa del Grande Fratello Vip e, forse dimenticandosi delle telecamere, alcune volte ne ha sparate grosse. La più famosa è quella su Zucchero (“L’ho visto tutto ubriaco, zozzone…”), ma anche sul figlio Paolo Ciavarro ha detto qualcosa che ha infastidito il giovane rampollo, che infatti ora parla di traveggole, e pure la produzione di Maria De Filippi.

Parlando degli impegni televisivi del figlio, infatti, mamma Eleonora ha detto: “Lui è laureato in economia, stava facendo il master, poi due anni fa gli hanno offerto un provino per Forum con la Palombelli. Lo hanno preso. Poi lo ha preso Maria De Filippi per fare il daytime di Amici. Quindi lui fa Forum in diretta, poi da novembre il daytime di Amici. In più, siccome è pagato pochissimo, lavora in produzione: esce dalla diretta, si toglie i vestiti e va in produzione fino alle 8 di sera”. Dichiarazioni che il web hanno trasformato in “Maria De Filippi paga poco Paolo Ciavarro”.

L’aspirante volto televisivo, prossimo ai 27 anni, si dice però assolutamente onorato dei suoi impegni professionali: “Sono contento, orgoglioso e soddisfatto del mio lavoro e di quanto percepisco. Ci tenevo a dirlo”. Mentre la stessa produzione del talent show condotto dalla Sanguinaria ha voluto precisare quanto segue: “Peccato che ad Amici Paolo non lavori certo in produzione e i suoi lanci per il daytime non sono mai in diretta quindi purtroppo – e ci dispiace dirlo – la signora Giorgi evidentemente non parla di Amici ma di…?”. Traduzione? Non è Maria che paga poco, semmai la Palombelli.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

I Medici, la fiction torna su Rai1. Tra morti impossibili e una Firenze inventata: tutti gli errori della prima serie

prev
Articolo Successivo

Rocco Schiavone, il vicequestore interpretato da Marco Giallini torna in tv e conquista la prima serata con 13,9% di share

next