“Per me non è una misura adeguata ma io non sono in Consiglio dei ministri ed è il Cdm che decide”. Così il sottosegretario agli Affari Regionali, Stefano Buffagni, entrando a Palazzo Chigi, risponde a chi gli chiede se l’introduzione di un’aliquota al 15% sul nero sia una misura giusta. Nella sede del governo è in corso dalle 15.30 un prevertice con i vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il primo ministro Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Sulla pace fiscale e sulle misure per far emergere il contante non dichiarato resterebbe ancora così una frattura all’interno della maggioranza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Def, Brunetta: “Da M5s e Lega nessuna flat tax ma kamasutra fiscale per finanziare follie del governo”

next
Articolo Successivo

AfroNapoli, calciatrice si candida con Salvini: messa fuori rosa. Il presidente: ‘Serve un segnale forte contro il razzismo’

next