“Per me non è una misura adeguata ma io non sono in Consiglio dei ministri ed è il Cdm che decide”. Così il sottosegretario agli Affari Regionali, Stefano Buffagni, entrando a Palazzo Chigi, risponde a chi gli chiede se l’introduzione di un’aliquota al 15% sul nero sia una misura giusta. Nella sede del governo è in corso dalle 15.30 un prevertice con i vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il primo ministro Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Sulla pace fiscale e sulle misure per far emergere il contante non dichiarato resterebbe ancora così una frattura all’interno della maggioranza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Def, Brunetta: “Da M5s e Lega nessuna flat tax ma kamasutra fiscale per finanziare follie del governo”

next
Articolo Successivo

AfroNapoli, calciatrice si candida con Salvini: messa fuori rosa. Il presidente: ‘Serve un segnale forte contro il razzismo’

next