Ex dirigenti di AnderlechtCharleroi, l’allenatore del Club Brugge e due arbitri della massima serie. Sono nomi eccellenti del calcio belga quelli arrestati nell’ambito di un’indagine su frodi finanziarie, riciclaggio, corruzione e partite truccate che ricorda da vicino la nostra Calciopoli. Perquisite le sedi di 12 club, più di mezza Pro League (la massima serie): coinvolti le più importanti società del Paese, tra cui Anderlecht, Club Brugge e Standard Liegi; la polizia ha inoltre sequestrato i contratti relativi ai calciatori Obbi Oulare, Michel Preudhomme e Dino Arslanagic, tutti assistiti da Mogi Boyat, ex dirigente dello Sporting Charleroi e principale indagato.

Oltre a Boyat, sono stati arrestati l’ex manager dell’Anderlecht Herman Van Holsbeeck, l’attuale tecnico del Club Brugge Ivan Leko (in foto) e gli arbitri Bart Vertenten e Sebastien Delferiere. L’operazione ha impiegato circa 200 agenti: 13 perquisizioni sono state svolte in altri Stati, tra cui Francia, Lussemburgo e Cipro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il rigore alla Holly e Benji è realtà: l’acrobazia dal dischetto di questo giocatore è pazzesca. Vedere per credere

next