È arrivato in Tribunale per l’interrogatorio di garanzia il sindaco di Riace, Domenico Lucano, finito agli arresti domiciliari martedì scorso nell’ambito dell’operazione “Xenia” della Guardia di Finanza, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Ieri Lucano è stato sospeso dalla carica di sindaco dalla prefettura di Reggio Calabria.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trattato con gli Emirati Arabi ratificato in Senato: verso istanze di estradizione dei latitanti Matacena e Tulliani

next
Articolo Successivo

Mimmo Lucano: “Anche il gip lo ha detto: il mio è un reato di umanità. Nessun regolamento forzato”

next