Quasi 60 iniziative, tra incontri, seminari, eventi culturali e tavole rotonde. Filippo Miraglia, componente della Presidenza nazionale Arci, ha presentato a Roma la quarta edizione del festival delle culture mediterranee, Sabir (organizzato insieme ad Acli, Caritas e Cgil), che si terrà a Palermo dall’11 al 14 di ottobre. Un appuntamento all’insegna dell’accoglienza, dell’integrazione e della libera circolazione, “in un momento in cui – come dicono gli organizzatori – il governo punta il dito contro i migranti”.
“La nostra iniziativa è controcorrente, visto che in Europa spira un vento xenofobo e razzista. Per questo cerchiamo di creare un’alternativa, proviamo a ribaltare l’egemonia di chi considera l’immigrazione un cavallo di battaglia fatto di paura e cattiverie”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, la polizia municipale va a lezione di antirazzismo. La sottosegretaria della Lega: “Assurdo e offensivo”

next
Articolo Successivo

Aiutare gli africani in Africa? Ecco qualche idea concreta

next