Quasi 60 iniziative, tra incontri, seminari, eventi culturali e tavole rotonde. Filippo Miraglia, componente della Presidenza nazionale Arci, ha presentato a Roma la quarta edizione del festival delle culture mediterranee, Sabir (organizzato insieme ad Acli, Caritas e Cgil), che si terrà a Palermo dall’11 al 14 di ottobre. Un appuntamento all’insegna dell’accoglienza, dell’integrazione e della libera circolazione, “in un momento in cui – come dicono gli organizzatori – il governo punta il dito contro i migranti”.
“La nostra iniziativa è controcorrente, visto che in Europa spira un vento xenofobo e razzista. Per questo cerchiamo di creare un’alternativa, proviamo a ribaltare l’egemonia di chi considera l’immigrazione un cavallo di battaglia fatto di paura e cattiverie”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, la polizia municipale va a lezione di antirazzismo. La sottosegretaria della Lega: “Assurdo e offensivo”

next
Articolo Successivo

Aiutare gli africani in Africa? Ecco qualche idea concreta

next