Debora Serracchiani, durante il question time in aula, attacca il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio: “Lei sappia che abbiamo cinque modi diversi per fare un’assunzione complicata a tal punto che forse non si fa più. Ministro non sia sufficiente nel suo difficilissimo lavoro. E provi a pesare le parole. Io le chiedo di vergognarsi delle frasi che ha detto ieri indirizzandole a persone che, le piaccia o no, sono avversari politici ma non nemici. Abbiamo opinioni diverse sul Job Act, abbiamo opinioni completamente diverse ma non mi permetterai mai di utilizzare la parola “assassini” rivolgendomi a lei anche quando penso che crea disoccupazione, anche quando penso che deve smetterla di dare colpe. Inizi a trovare le soluzioni forse non si è accorto che sta governando questo paese”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Global forum democrazia diretta Roma, Fraccaro: ‘Crisi? Di quella rappresentativa. Partecipazione ha effetti positivi su conti’

next
Articolo Successivo

Conte all’Onu: “Sui migranti l’Italia è stata lasciata sola. Serve responsabilità condivisa”

next