Il brand di Forza è stato un metro di paragone per definire i racing game, o per meglio dire i videogiochi di corse. La serie si declina in due approcci completamente diversi: Forza Motorsport -sviluppato da Turn10- è sempre stato più orientato a gare su circuiti reali e con meccaniche di gioco più simulative, mentre Forza Horizon -sviluppato da Playground Games- si distingue grazie  alla sua natura più accessibile e arcade.

Nella storia raccontata da Playground Games, Horizon è un festival automobilistico che ogni anno si sposta di Stato in Stato, portando musica, gare ed eventi per tutta la stagione più calda. Dopo il successo delle precedenti edizioni, si è deciso di evolvere il tutto in una manifestazione a quattro stagioni, coprendo anche autunno, inverno e primavera.

Nel gioco impersonerete un giovane partecipante, deciso a diventare campione. È possibile scegliere un nome tra centinaia a disposizione, ed è personalizzabile con vestiti e accessori acquistabili nei garage sparsi per la mappa. La casa di sviluppo si è voluta concentrare in particolar modo sulla modifica estetica e meccanica dei veicoli. È possibile cambiare colore, applicare decalcomanie o disegni, cambiare targa, clacson, stabilire un assetto personale o modificare alcuni componenti come freni, motore e gomme.

Il cambio di stagioni è la grande novità di questo Forza Horizon 4, e consente ai giocatori di gareggiare in diverse situazione climatiche: neve, pioggia, nebbia. La varietà del gioco è galvanizzata anche dalla diversità della Gran Bretagna, sede del festival in questo capitolo. Tra campagne, praterie, strade e città, difficilmente vi sembrerà di percorrere lo stesso tragitto due volte.

Il mondo di gioco è enorme e completamente esplorabile. Tante sono le gare a cui partecipare e tutte dissimili fra loro. Possiamo trovare corse su sterrato, gare stradali, sfide acrobatiche e persino eventi in cui è necessario battere in velocità alcuni improbabili veicoli o velivoli, come Hovercraft o moto da cross.

Oltre a questo, sono tantissimi gli “oggetti” collezionabili da trovare. Dai classici “gioielli dimenticati” –rarissime auto nascoste nei capanni-, fino alle centinaia di cartelloni da distruggere, spesso posizionati in luoghi improbabili. Il divertimento è comunque immancabile, grazie soprattutto ad un modello di guida sopraffino, accessibile e scalabile, in cui il peso dell’auto utilizzata è avvertibile sia con il volante che con il pad.

Gli appassionati del gioco online troveranno in questo quarto episodio tante avventure da affrontare con i propri amici, tra cui la campagna cooperativa, il team adventure -che permette scontri a punti 6 contro 6, gare personalizzabili e tanto altro. Se questo non dovesse bastare, i server Xbox Live consentono di far partecipare simultaneamente 72 giocatori in un’unica sessione ed è possibile, quindi, incontrare giocatori sconosciuti da sfidare e comunicare con loro tramite un sistema integrato di messaggistica.

Forza Horizon 4 è un prodotto di altissimo livello. Divertente, longevo e graficamente strepitoso. Un videogioco di corse semplicemente perfetto, che può essere considerato il nuovo metro di paragone del genere. Playground Games ha fatto centro ancora una volta.

Forza Horizon 4 arriverà sul mercato il prossimo 2 ottobre 2018 e sarà disponibile per Xbox One e Microsoft Windows. Gratis per chi ha sottoscritto un abbonamento a Xbox Game Pass.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il navigatore social Waze è arrivato su Apple CarPlay

next
Articolo Successivo

Overwatch, a Parigi il gioco di Blizzard è come un vero sport

next