“Una stampa credibile, sgombra da condizionamenti di poteri pubblici e privati, e società editrici capaci di sostenere lo sforzo dell’innovazione attraverso i nuovi mezzi sono strumenti importanti a tutela della democrazia“. E’ quanto ha scritto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una lettera inviata all’amministratore delegato della Società Editrice Sud Spa, Pasquale Morgante. “L’incondizionata libertà di stampa – aggiunge – costituisce elemento portante e fondamentale della democrazia e non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo“.

Il Capo dello Stato ha voluto complimentarsi per il rilancio della Gazzetta del Sud e del Giornale di Sicilia voluto dalla società editrice. “L’intento del rilancio di due testate significative e cariche di storia – si legge – appare tanto più meritevole in un contesto, quello del Mezzogiorno, in cui la battaglia per l’affermazione dei valori costituzionali e della legalità è particolarmente meritoria. Si tratta di un impegno di valore culturale e sociale, la cui essenza trova riscontro nell’arricchimento del tessuto civile dei territori ai quali i due giornali si dirigono”, continua il Capo dello Stato. Il merito e l’importanza dei due quotidiani, sottolinea Mattarella, sta anche nell’aver “costruito un ponte, editoriale e culturale, tra Calabria e Sicilia investendo sulla forza del loro radicamento e su sinergie idonee ad affrontare le difficili sfide del nostro tempo”.