Fuma marijuana e beve whiskey nel corso di un’intervista di due ore e mezzo per il podcast di Joe Rogan. Ed è subito bufera su Elon Musk, il miliardario visionario dietro a Tesla e SpaceX. Nel corso dell’intervista – di cui sono stati diffuse le immagini – Musk afferma che mantenere in vita una casa automobilistica è “molto difficile” e che nessuno al governo ascolta la sua richiesta di regolare l’intelligenza artificiale. Rispondendo a chi gli chiedeva cosa succedesse all’interno della sua testa, Musk risponde: è “un’esplosione senza fine”.

La bufera è immediata: mentre molti aleggiano dubbi sul suo stato di salute mentale, i titoli Tesla crollano a Wall Street arrivando a perdere fino al 10%. A contribuire al nuovo crollo c’è poi la fuga dei manager: il chief accounting officer Dave Morton lascia dopo appena quattro settimane e la responsabile delle risorse umane, Gabrielle Toledano, annuncia che non tornerà in azienda al termine dell’aspettativa, presa il 29 agosto dopo il tweet di Musk sul delisting di Tesla.