BMW Z4, atto terzo: è tutta nuova la roadster tedesca, presentata al Concorso di Eleganza di Pebble Beach (California). La terza generazione della sportiva bavarese abbandona il tetto retrattile in lamiera per una più leggera e conturbante capote in tela: i puristi ringraziano, la bilancia pure. Si torna così alle origini di modelli come Z1, Z3 e prima edizione della Z4. Il design dell’auto riprende lo stile della BMW Z4 Concept, che era stata svelata proprio lo scorso anno.

Al momento sono scarni i dettagli tecnici forniti dal costruttore: è ufficiale solamente che al vertice della gamma siederà la versione M40i First Edition. Quest’ultima si distingue per il taurino motore 6 cilindri in linea turbobenzina di 3 litri e 340 Cv di potenza – capace di far scattare la Z4 da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi – abbinato a un allestimento “di lancio” che rimarrà a listino per pochi mesi dopo l’inizio delle consegne, attese a partire dalla primavera 2019.

Fra le dotazioni tecnologiche ci sono i fari a led, la strumentazione tachimetrica di tipo digitale e l’head-up display, che proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza. Attenzione particolare riservata anche al piacere di guida: sarà assicurato dalla distribuzione dei pesi 50:50 fra gli assi. Inoltre, sulla First Edition saranno di serie l’assetto sportivo con ammortizzatori a controllo elettronico, i cerchi da 19″, l’impianto frenante potenziato ed il differenziale posteriore elettronico M Sport.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

TMC Dumont Concept, la motocicletta col motore di un aereo – FOTO

prev
Articolo Successivo

Ferrari 488 Pista Spider, debutta a Pebble Beach la Rossa scoperta più veloce di sempre – FOTO

next