AAA Pinocchio cercasi. Requisiti: tra i 7 e i 12 anni, corporatura esile e altezza massima 1 metro e 40. Ma soprattutto dovrà essere la sua prima esperienza davanti alla macchina da presa. L’annuncio arriva dal regista Matteo Garrone che è alla ricerca del protagonista del suo prossimo film: un progetto su cui lavora da tempo ma che era stato costretto ad accantonare negli ultimi anni per dedicarsi a Dogman. Le riprese dovrebbero iniziare a novembre e il casting per il ruolo di Pinocchio si svolgerà a Roma, nel parco di Cinecittà World, dal 10 al 12 agosto. Ogni bambino che vorrà partecipare al casting dovrà essere accompagnato da un genitore.

“Pinocchio lo conosciamo tutti, ingenuo e fanciullesco. Ma non sarà facile interpretarlo perché prevediamo due ore di trucco al giorno” ha raccontato Garrone in un’intervista a Repubblica. “L’ideale è trovare un equilibrio tra commedia e dramma. Il film sarà fedele al capolavoro di Collodi: vorrei avvicinare anche il pubblico dei bambini” ha aggiunto. Un paio di anni fa erano emerse le prime indiscrezioni sugli altri protagonisti della storia e Variety aveva annunciato che ci sarebbe stato Toni Servillo nel ruolo di Geppetto. Garrone si prepara quindi a riportare sul grande schermo una delle favole più amate di tutti i tempi, conosciuta soprattutto nella versione animata di Walt Disney e poi in quella con Roberto Benigni nei panni del celebre burattino.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Winnie the Pooh, il film “Ritorno al Bosco dei 100 acri” censurato in Cina: ecco perché

next