Hamas e Israele hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco a Gaza, dopo le violenze di venerdì che hanno provocato la morte di 4 palestinesi ed un militare israeliano e il ferimento di 120 persone. L’annuncio è arrivato  da un portavoce di Hamas, Fawzi Barhoum, che ha reso noto su Twitter che l’accordo con “gli occupanti”, gli israeliani, è stato raggiunto con l’aiuto dell’Egitto e dell’Onu. Una conferma della tenuta del cessate il fuoco è arrivata anche dal tweet con cui l’esercito israeliano annuncia che non vi sono limitazioni alle normali attività per i civili israeliani che risiedono “nelle comunità intorno alla Striscia di Gaza”: “Alla fine di una revisione della situazione da parte del Comando militare del Sud, questa mattina è stato deciso di mantenere la normale attività civile”, si legge nel tweet.

L’accordo sul cessate il fuoco è stato accolto dopo che l’inviato speciale delle Nazioni unite per il Medioriente, Nickolay Mladenov, aveva lanciato un appello ai due attori, Israele e Hamas: “Tutti a Gaza facciano un passo indietro, prima di cadere nel baratro. Non fra una settimana, non domani, subito. Quanti vogliono innescare una nuova guerra fra palestinesi e israeliani non devono riuscire nel loro intento”. Una possibile allusione all’Iran, che questa settimana ha organizzato a Gaza un convegno di sostengo alla lotta armata palestinese.

Dopo mesi di crescente escalation sul confine orientale di Gaza infatti, la situazione è precipitata infatti venerdì, quando cecchini di Hamas appostati in un gruppo di dimostranti hanno teso un’imboscata ad una pattuglia di confine israeliana. La reazione israeliana è stata immediata: quattro palestinesi (tre dei quali miliziani di Hamas) sono rimasti uccisi, altri 120 sono stati feriti.
Per ore Israele ha colpito con carri armati e caccia obiettivi di Hamas, che ha reagito con colpi di mortaio e razzi sul Neghev. Gli abitanti israeliani della zona sono accorsi nei rifugi mentre a Tel Aviv nel ministero della Difesa il premier Benyamin Netanyahu, il ministro Avigdor Lieberman e il capo di stato maggiore facevano il punto della situazione.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, ex legale registrò Donald Trump che discuteva del pagamento del silenzio di una ex modella di Playboy

next
Articolo Successivo

Stati Uniti, Iowa colpito da violenti tornado: città distrutte e decine di feriti. Le immagini girate a pochi metri di distanza

next