Promemoria: domenica sul presto
dato che piove metterai il cappotto
al cane e via, passeggiata nel parco
dopo alla Coop, poi all’Ikea e all’Esselunga

(lascialo un euro al ragazzo al carrello
che con quei denti bianchi e il viso scuro
riempie il cuore di buoni sentimenti);
prendere un mazzo di giacinti a nonna

però al negozio di piazza Savoia
(la fiorista tedesca ci sa fare),
se no mia madre rompe; ricordare

che quel nero al carello e mio figlio
hanno simile età, ma non la stessa
schiacciata aspettativa di futuro

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Onda pride, urleremo sempre contro la narrazione tossica del diverso

next
Articolo Successivo

Utero in affitto, non sto con Salvini ma anch’io dico no alla maternità surrogata

next