Promemoria: domenica sul presto
dato che piove metterai il cappotto
al cane e via, passeggiata nel parco
dopo alla Coop, poi all’Ikea e all’Esselunga

(lascialo un euro al ragazzo al carrello
che con quei denti bianchi e il viso scuro
riempie il cuore di buoni sentimenti);
prendere un mazzo di giacinti a nonna

però al negozio di piazza Savoia
(la fiorista tedesca ci sa fare),
se no mia madre rompe; ricordare

che quel nero al carello e mio figlio
hanno simile età, ma non la stessa
schiacciata aspettativa di futuro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Onda pride, urleremo sempre contro la narrazione tossica del diverso

next
Articolo Successivo

Utero in affitto, non sto con Salvini ma anch’io dico no alla maternità surrogata

next