Ancora una notte per sfogare gli istinti omicidi dell’intera America. La prima notte del giudizio esce nelle sale italiane il 5 luglio 2018. Quarto episodio della saga horror ideata e prodotta nel 2013 dalla Blumhouse di Jason Blum, il film diretto da Gerard McMurray è il prequel dei tre titoli precedenti: Dopo La notte del giudizio (2013), Anarchia – La notte del giudizio (2014), La notte del giudizio – Election year (2016).

Al centro del nuovo horror sarà la spiegazione delle origini dell’appuntamento annuale istituito per legge dai Nuovi Padri Fondatori d’America: lo “sfogo” (The Purge), ovvero le dodici ore durante le quali tutte le attività criminali, incluso l’omicidio, diventano legali. Unici limiti: non si possono uccidere membri governativi, e non si possono usare armi da guerra di grosso calibro. Le origini della catarsi sanguinaria vedono una novità interessante (la coppia afroamericana protagonista – Y’lan Noel e Melonie Diaz), e l’assenza del regista veterano della saga, James DeMonaco.

La prima notte del giudizio è comunque l’ennesimo rilancio Blumhouse, vera produzione indipendente che azzeccò clamorosamente un horror come Paranormal Activity (2009), la saga di Insidious (2011 in avanti), quella di Ouja (2014), passando pure a battere cassa alla notte degli Oscar non con un horror ma che un altro grande film: Whiplash