Dov’è Ilary Blasi?“, è la domanda che si sono posti i telespettatori, e lo stesso Nicola Savino, nella puntata di Balalaika in onda il 30 giugno. Un tentativo di risposta è arrivato dopo qualche minuto attraverso un filmato inviato dalla conduttrice romana: “Ciao Nicola, mi dispiace di non essere lì con voi questa sera. Mi raccomando, fai come ti ho detto così vai tranquillo, ok? Non ti allargare perché domani sarò lì in studio.“ Tutto chiaro? Neanche per sogno. In pochi minuti esplode la polemica per la “presa in giro” nei confronti del pubblico.

Alle spalle della Blasi compare lo sfondo dei Wind Summer Festival e si lascia dunque intendere che la sua assenza sia dovuta all’altro impegno sulla stessa rete. Peccato che le registrazioni delle quattro puntate della trasmissione musicale si siano svolte a Piazza del Popolo dal 22 al 25 giugno scorso. Si trattava dunque di un filmato registrato nei giorni precedenti, fatto passare come un collegamento in diretta. Una scelta poco comprensibile in epoca social dove proprio la famiglia Totti ha poi svelato la verità postando le immagini della loro vacanza a Mykonos.

Gli impegni professionali della Blasi erano noti già da mesi e questa pausa vacanziera ha attirato molte critiche. Anche quelle di Paola Ferrari che in risposta ad un post del giornalista Marco Castoro ha tuonato: “Vacanza???? Dopo 4 giorni di Stop del programma!!! Io facevo 35 giorni senza respirare!! Condurre il Mondiale è un onore non un Onere“. La giornalista Rai aveva già attaccato la trasmissione di Canale 5 dopo il debutto etichettandola come maschilista e accusandola di riservare poco spazio all’aspetto calcistico.

Dopo le polemiche la Blasi è tornata in onda nella puntata del 1 luglio, dopo il big match Croazia-Danimarca, e ha scelto l’ironia per rispondere alle critiche, non a quelle di Paola Ferrari: “Sono mancata un giorno ed è successo il delirio, forse è colpa mia” riferendosi alle eliminazioni di Spagna, Argentina e Portogallo. Ha rincarato la dose poco dopo commentando un gruppo di ragazzi russi che ballava e cantava alle spalle del commentatore Javier Zanetti: “Ballano, ballano, sembro io ieri a Mykons.”

In un retroscena il settimanale Oggi ha parlato del nervosismo e dell’agitazione dietro le quinte della “Capitana” per i bassi ascolti di Balalaika. L’auditel segnala una crescita con l’arrivo della fase più calda della competizione, la trasmissione ha toccato ieri il 19% di share con un traino del 38%, rivoluziando però il format e dando maggiore spazio, come annunciato, all’aspetto calcistico

Bye bye Mykonos

Un post condiviso da Francesco Totti (@francescototti) in data: