“Sarò minoritario, mi accuseranno di essere del Pd, ma non me ne frega niente. Ma io non ci sto alla demonizzazione delle ong“. Così, a Tagadà (La7), il direttore del TgLa7, Enrico Mentana, si esprime sulle ong e spiega: “A questo punto, allora, dobbiamo essere coerenti: la Caritas non dovrebbe entrare nei porti e papa Francesco sbagliò ad andare a Lampedusa. E’ ovvio che l’Italia non possa sostenere da sola l’accoglienza dei migranti, ma non è pensabile che si debba fare campagna elettorale permanente in modo ribaldo contro chi vive quasi esclusivamente dell’aiuto delle sottoscrizioni di persone comuni e non di Soros e delle grandi multinazionali. Ci sono persone che per spirito caritatevole e di solidarietà danno dei soldi alle ong”. Mentana si pronuncia poi su Di Maio, Salvini e Conte, attribuendogli ciascuno un ruolo: “Di Maio è un mezzofondista. La scelta dei suoi dicasteri è tale per cui non può avere risultati immediati, ma deve lavorare su un progetto profondo e su tempi più lunghi, ben sapendo di avere un suffragio più ampio di quello di Salvini. La base di consenso del M5s, stando al 4 marzo, è il doppio di quello della Lega. Conte, invece, tecnicamente non si è comportato male: non perde l’aplomb, né il senso delle cose. Poi magari paga la sua inesperienza politica, ma non mi pare, come è stato detto ingenerosamente, che sia stato messo lì nella vigna a far da palo, come diceva la poesia del Giusti. È ovvio che dei tre il cannibale, il mattatore è Salvini, perché ha scelto il dicastero che gli consente di applicare subito le sue parole d’ordine, come la chiusura dei porti, anche se poi voglio vedere cosa succede”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Travaglio: “Salvini? Racconta bugie, perché gli sbarchi continuano e i porti non sono stati chiusi”

prev
Articolo Successivo

Salvini, Caporale: “Fa paura quello che scrive nei suoi tweet. Pontida? Meridionali considerati come Ascari”

next