Nuova clamorosa escalation in arrivo nel braccio di ferro Washington-Pechino. L’amministrazione Trump si prepara a imporre limiti agli investimenti cinesi in società americane attive nei settori identificati da Pechino come priorità nel piano Made in China 2025. Lo sostiene il Financial Times che cita alcune fonti, secondo le quali le restrizioni riguarderanno settori dall’aerospazio alla robotica. La decisione di Donald Trump rischia di complicare ulteriormente i rapporti fra Stati Uniti e Cina, con i limiti in grado di pesare sui rapporti bilaterali in modo decisamente più pesante che la guerra dei dazi. Se le restrizioni verranno imposte si tratterà uno dei maggiori cambi al regime americano degli investimenti liberi nel Paese.