Samantha Luna, una studentessa 20enne della California, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un video in cui si vede un’agente di polizia trascinarla brutalmente fuori dall’auto.  L’auto su cui viaggia con degli amici viene bloccata dalla polizia (probabilmente perché uno dei giovani ha messo la testa fuori dal tettuccio). Non eravamo ubriachi, non stavamo facendo male a nessuno” racconta su Facebook. La polizia prima arresta il suo amico, e poi chiede documenti e generalità a Samantha. Lei spiega di avere un doppio cognome perché di origine messicana, ma gli agenti non le credono. Così la situazione si fa sempre più tesa fino a quando una poliziotta la trascina per i capelli fuori dall’auto tra le urla della ragazza (che dice agli amici di riprendere tutto). Così video finisce sui social, raccogliendo in poche ore migliaia di visualizzazioni e commenti

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti Usa, 700mila in carcere per anni in attesa di espulsione. I 2300 bimbi separati dalle famiglie? Sparpagliati in 17 Stati

prev
Articolo Successivo

Turchia, qui a Istanbul c’è una parte della nostra storia

next